Lug 122005
 

Questo post eccede la lunghezza massima delle righe, e potrebbe per questo autodistruggersi in pochi giorni.

Nel preparare un articolo per la serie "personaggi di Usenet" mi sono imbattuto in SIMH e in questo pezzo nostalgico. In quella che sembra ormai una vita precedente sono stato per quasi sette anni un VMS system manager, non è un periodo che rimpiango particolarmente, se non perché ero piú giovane, ma vedere questo schermo di boot mi ha fatto un certo piacere.

Ma mi ha fatto ancor piú piacere che la simulazione si sia fermata lí, per non procedere oltre. Non intendo indagare sui motivi.

KA655X-B V5.3, VMB 2.7
Performing normal system tests.
40..39..38..37..36..35..34..33..32..31..30..29..28..27..26..25..
24..23..22..21..20..19..18..17..16..15..14..13..12..11..10..09..
08..07..06..05..04..03..
Tests completed.
>>>B/R5:10000000 DUA3:
(BOOT/R5:10000000 DUA3



  2..
-DUA3
  1..0..


%SYSBOOT-I-SYSBOOT Mapping the SYSDUMP.DMP on the System Disk
%SYSBOOT-W-SYSBOOT Can not map SYSDUMP.DMP on the System Disk
%SYSBOOT-W-SYSBOOT Can not map PAGEFILE.SYS on the System Disk
   OpenVMS (TM) VAX Version X72T Major version id = 1 Minor version id = 0

%SYSINIT-E, %SYSINIT, error opening system dump file, status = 00000910
%SYSINIT, primary PAGEFILE.SYS not found; system initialization continuing
%SYSINIT, no dump file - error log buffers not saved
%SYSTEM-I-MOUNTVER, DUA3: has been write-locked.  Mount verification in progress.

  3 Responses to “Emulatori”

  1. uh, mi ricordo solo sys$sysuaf.dat, qualche cosa del genere

  2. Era SYS$SYSTEM:SYSUAF.DAT.

    Ciò che rimpiango del VMS è los stupendo filesystem, di cui NTFS, nonostante le molte leggende, è solo un pallido ricordo.

    Per esempio il file succitato, che è il database degli utenti, ha un record separato per ciascun utente, record di cui è proprietario l’utente stesso.

    Un filesystem UNIX®, dove tutti i file sono costruiti come semplici stream di dati, non ha la possibilità di implementare una cosa del genere se non stravolgendo completamente tutta la filosofia su cui si basa, da cui i casini vari e ricorrenti con /etc/passwd, /etc/shadow o equivalenti.

  3. Vero, grazie. Avevo cercato di aprirlo, di copiarlo eccetera.

    Il tutto mi è costato un bel cazziatone.

Sorry, the comment form is closed at this time.