Lug 302005
 

Un luogo comune, inusualmente corretto, vuole che la carica di presidente della Confederazione Elvetica sia nel suo genere una delle meno influenti e importanti, e che nessun cittadino di questo paese ne conosca il nome, a meno di non avervi un preciso interesse personale.

In effetti il presidente svizzero è una sorta di primus inter pares eletto annualmente tra i sette consiglieri federali che detengono collettivamente il potere esecutivo. I loro sette nomi sono in genere noti, ma non è in generale di particolare importanza conoscere chi di costoro sia investito dell’alta carica.

Nella mia qualità di immigrato mi ero sempre distinto dagli svizzeri veri, se non altro, per la mia conoscenza il nome del presidente in carica. Essendo originario di terre vicine al confine comprendo perfettamente il dialetto ticinese, persino quello delle piú remote valli del sopraceneri (beh, con l’ovvia eccezione del dialetto walser di Bosco Gurin), e ne parlo (a fatica) una variante un po’ meno goffa, in qualcosa dovevo pur differenziarmi.

Il guaio è che, senza rendermene conto, devo essermi integrato del tutto nel frattempo, perché mentre so ricostruire tutti gli incaricati dal 1999 al 2004, l’ultimo a fatica, fino a cinque minuti fa non avevo idea di chi fosse il presidente attuale. Adesso google mi ha fornito il nome, ma non vale.

E con questo concludo di aver bisogno di una lunga vacanza. Ci risentiamo a fine agosto.

 Posted by at 14:16  Tagged with:

Sorry, the comment form is closed at this time.