Mag 022006
 

Stimolato da un’osservazione fatta in una discussione tenutasi altrove ripesco un mio vecchio cavallo di battaglia: spero vi si legga tutta la mia antipatia sia per le domande retoriche che per le ipotesi infondate e i pregiudizi.


Domanda: se a seguito dell’occupazione da parte tedesca della Boemia e della Moravia, avvenuta il 15-16 marzo 1939 in violazione del patto
di Monaco stipulato nel settembre 1938, Francia e Inghilterra, nazioni garanti del patto, invece di accettare il fatto compiuto nella speranza di mantenere la pace fossero intervenute attaccando per ritorsione la Germania, cosa sarebbe accaduto?

Risposta: remissivo e vergognoso o meno che sia stato il comportamento di Francia e Inghilterra1. a me viene in mente che se Francia e Inghilterra avessero attaccato la Germania in quel momento ne sarebbero state sconfitte facilmente. All’inizio del 1939 le loro forze armate erano infatti ancora meno preparate di quanto lo sarebbero poi state allo scoppio della seconda guerra mondiale meno di sei mesi dopo (il 3 settembre 1939).

In quel caso Francia e Inghilterra avrebbero fatto la figura degli aggressori e l’Unione Sovietica, che stava per sottoscrivere il patto Molotov-Ribbentrop2 non sarebbe certo intervenuta subito dopo.

Tanto meno sarebbero entrati in guerra gli Stati Uniti: l’attacco Giapponese a Pearl Harbour (7 dicembre 1941) sarebbe avvenuto oltre due anni dopo la conquista dell’Europa occidentale da parte delle armate tedesche, in uno scenario tanto diverso non è detto che sarebbe stato sottoscritto tale quale il patto d’acciaio Berlino-Roma-Tokio (23 settembre 1940), ma anche in questo caso è assai probabile che esso avrebbe dato luogo a un conflitto separato USA/Giappone ristretto al solo scenario del Pacifico.

In conclusione, se Francia e Inghilterra avessero attaccato la Germania a seguito della prima violazione del patto di Monaco, invece che in occasione dell’attacco alla Polonia che ne costituí la seconda, non avrebbero fatto altro che gettarsi nelle braccia di Hitler. A Settembre la Francia fu poi effettivamente conquistata in meno di una settimana, dopo che la Germania aveva inflitto una disastrosa sconfitta all’armata congiunta franco inglese.

Poiché in tal caso l’Inghilterra avrebbe attaccato per prima la Germania, è quasi certo che Hitler non avrebbe nutrito residue speranze in un’alleanza con i britannici, e non avrebbe dunque permesso all’esercito inglese di essere evacuato senza problemi da Dunquerque.

Con la Francia conquistata, senza l’apertura prematura di un fronte orientale, concentrandosi su un singolo obiettivo ormai privo della parte migliore del proprio esercito, annientato nella sacca di Dunquerque, Hitler avrebbe avuto facilmente ragione della Gran Bretagna.

In questo scenario Hitler avrebbe dunque dominato incontrastato l’Europa intera fino al confine sovietico, o ciò che ne sarebbe rimasto, direttamente o tramite governi alleati. Questo, almeno, fino all’inevitabile scontro con l’URSS di Stalin, ennesima riedizione dell’imperituro classico Sacro Impero Romano-Germanico contro Impero Romano d’Oriente.

1 ma io nego che gli stati in quanto tali siano assoggettabili a legge morale alcuna, si parli piuttosto dei relativi governanti e di coloro che li appoggiavano

2 il 23 agosto 1939, ma contatti diplomatici erano in corso fin da maggio

  9 Responses to “Con i se e con i ma.”

  1. dove si gioca codesto wargame?

  2. Andava infatti attaccato quando rimilitarizzo’ la Renania nel ’36: la Wehrmacht era ancora molto meno forte delle FFAA Anglo-Francesi senza contare che allora in Unione sovietica era ancora Commissario agli Esteri Litvinov.

  3. Va be’, ma allora non era più semplice ammazzarlo da piccolo?

  4. Se Hindenburg fosse stato meno decrepito, ma anche Schleicher e Von Papen non si fossero fidati troppo, l’avrebbero forse potuto fermare loro. Il problema e’ che Hitler aveva un grande seguito popolare.

  5. A quei tempi era già cresciuto troppo.

  6. Non avrebbe dovuto potersi riprendere dopo il putsch di Monaco.

    (Entri il quartetto Cetra a eseguire “nella vecchia birreria”)

  7. Ci entrerei volentieri, se ci fosse pubblico pagante.

    E comunque, se Eva non l’avesse data ad Adamo, adesso non saremmo in questo casino.

  8. quella puttana…!

  9. Nella vecchia birreria, ia ia oh

    il nazismo ha preso il via, ia ia oh

    c’era Göring, Göring, Go-Go-Göring

    c’era Hess, Hess, Hess-ess-ess

    nella vecchia birreria, ia ia o-o-oh

Sorry, the comment form is closed at this time.