Ahi

 Post
Set 042006
 

Dopo soli 27 mesi di onorato servizio, due settori (non adiacenti) riallocati in meno di ventiquattr’ore, in file memorizzati su su questo simpatico filesystem che la settimana scorsa erano leggibilissimi. Niente di tragico, per il momento, ma è tempo di aumentare la frequenza dei backup casalinghi:

# smartctl -A /dev/hdb
(...)
196 Reallocated_Event_Count 0x0032   100   100   000    Old_age   Always       -       2
197 Current_Pending_Sector  0x0022   100   100   000    Old_age   Always       -       0
(...)

(Chi capisce, capisce.)

  7 Responses to “Ahi”

  1. No, niente mirroring.

    C’è davvero chi si installa Raid 1 sul PC di casa? Senza essere un sistemista di mestiere, intendo.

  2. Raid 1 no, credo tu abbia ragione. Raid 0 sì, e poi piangono

  3. ho pensato più volte di mettere il raid1. se avessi i soldi lo farei.

    trovo invece che il raid 0 sia una cosa abbastanza idiota, nella maggior parte dei casi.

  4. medita sul fatto che i tuoi dati non valgono abbastanza, allora 😉

    e ricorda che i sysadmin si dividono in 2 categorie, quelli che hanno già perso i dati, e quelli che stanno per perderli

  5. Io ho tutta un’aneddotica, per altro noiosissima per i non iniziati.

    Per esempio, il misterioso floppy drive che, a causa di una maledizione voodoo, ogni volta che veniva distrattamente usato per scrivere un dischetto sovrascriveva anche, con simpatici e variopinti zeri, il primo settore del primo disco fisso, master boot record e tabella di partizione inclusi.

    Da quasi otto anni ho un PC su cui generazione dopo generazione di kernel Linux variamente, e a volte bizzarramente, configurati, appartenenti alle piú svariate distribuzioni, si sono rifiutati categoricamente e testardamente di apprendere la corretta geometria del primo hard disk (quello di Windows 95, poi 98).

    Il secondo hard disk, identico modello partizionato poco dopo il primo sempre con il FDISK di W95, è invece correttamente identificato da sempre.

    Su quel PC sono stati installati e disinstallati nel corso del tempo svariati sistemi operativi, tra cui Novell OpenDOS, Solaris 7, FreeBSD 3.3 e OpenBSD 2.4, nessuno dei quali ha mai avuto il minimo problema in merito (CP/M 86 non vedeva neanche il disco, ma questo è normale).

  6. > medita sul fatto che i tuoi dati non valgono abbastanza, allora 😉

    “We only keep a single copy of our tape archive files: re-running the application and recreating data is far less expensive than keeping a second copy”

    (un sistemista del servizio meteorologico inglese, rispondendo a precisa domanda)

Sorry, the comment form is closed at this time.