Gen 192007
 

Lovecraft incombe. Il tempio non è stato sconsacrato (il blog rimane aperto, N.d.A.), ma la predica che avevo scritto rimane sospesa finché non avrò riparato il pulpito da cui stavo per propinarvela, che nel frattempo mi è crollato sotto i piedi.

Mi ritiro assorto a rileggere questo perché davvero corrono tempi duri e io non so piú chi sono.

Ho finalmente toccato il fondo, a suo modo è un sollievo, non mi resta che risalire.

Che in questa confusione si rimescolino Paolo, Agostino e Occam, un giorno, forse vicino, tutto questo sarà chiaro.

Ut scriptum est… per speculum in aenigmate videatur: tunc autem facie ad faciem. Ut autem habeatur verus intellectus praescriptorum verborum: est sciendum, quod illud, quod est sub aliquo, quodammodo videtur absconditum: sed quod est supra aliquid, altum et manifestum apparet.

Sorry, the comment form is closed at this time.