Mar 282008
 

Dal 1982 al 1989 circa.

Bonus:

 

  12 Responses to “Un po’ di Indie/Noise Pop”

  1. Quanto al primo dei gruppi elencati, sabato prossimo ricorrerà il 23mo anniversario (ho fatto il conto cinque volte ma sono proprio 23, viene la pelle d’oca a scriverlo!) del mitico concerto al Vidia di Cesena (5 aprile 1985), al quale partecipò anche il nostro blogger preferito. Eseguirono anche “Gone Daddy Gone”, primo pezzo “Blister In The Sun”, ultimo pezzo “Good Feeling”. A fine concerto incontrai il bassista Brian Ritchie che vagava per il locale e gli strinsi la mano dicendogli in perfetto americano: “compliments”. Della serie non essere vissuti invano.

    Mauraz

  2. Per la serie non essere vissut

  3. Scusate per il post interruptus…

    Volevo dire: per la serie non essere vissuti sobrii, si ricorda il buon Mauraz del mitico apprroccio tra il sottoscritto KRVZ ed il cantante dei Miracle Workers dopo un gig allo Studio 2 di Torino? La pregnante domanda da me rivoltagli fu: “Ma come fai a ricordare tutti i testi delle canzoni che canti?”

    NO COMMENT

    KRVZ aka “The Interviewer”

  4. E come faccio a non ricordarmi? L’unico dubbio che ho e se fosse la stessa volta che ti hanno buttato fuori dal medesimo locale perché sorpreso a rubare una bottiglia di gin dal bancone.

    Mauraz (la memoria storica imperfetta)

  5. Del concerto epocale dei Violent Femmes a Cesena ricordo anche i numerosi improperi che il forbito quanto incostante Revèl lanciò a quei poveri disgraziati dei supporter, che erano poi i Jazz Butcher, dopo averli calorosamente acclamati al loro apparire. E, soprattutto, una versione stratosferica di “Black Girls”.

    Purtroppo non fecero “No Killing”, probabilmente perché non era ancora stata scritta (il mio pezzo preferito dei VF, incluso in un album non eccezionale).

  6. Per avere una memoria imperfetta non te la cavi malissimo, Mauráz, dato che citi primo e ultimo pezzo della scaletta. O si tratta forse di un bluff che nessuno è in grado di smentire?

    Io ricordo che si esibirono nell’intera discografia di allora, con la sola eccezione di “Ugly”, sostituita dalla “Faith” dell’album prossimo venturo.

  7. Anche la mia memoria vacillla, ma lo “stolen bottle gig” (pratica per altro molto comune a me ed al mio “drunken pard” di allora Ciccio ) penso abbia avuto luogo durante il concerto misto di Leaving Trains/Naked Pray/Soul Asylum di un anno dopo.

    KRVZ

    PS Ah che tristezza, solo soletto appoggiato al bancone d’ingresso del locale e guardato a vista da truci buttafuori…

  8. KRVZ> ed al mio “drunken pard” di allora Ciccio

    Dio li fa e ce li appioppa.

  9. Nessun bluff, caro Ciga, eccoti la scaletta completa:

    Blister In The Sun

    Add It Up

    Confessions

    Prove My Love

    Promise

    Gone Daddy Gone

    Country Death Song

    I Hear The Rain

    Never Tell

    Jesus Walking On The Water

    Hallowed Ground

    Sweet Misery Blues

    Black Girls

    Gimme The Car

    Kiss Off

    Faith

    Good Feeling

    Tra l’altro è uno dei pochissimi concerti dei quali sono in grado di riportare tutti i pezzi eseguiti (appartenevano in effetti tutti ai primi 2 album + Faith dall’imminente successivo).

    Inutile specificare che analoghe informazioni su questo ed altri eventi sono riportate nel file del quale ti omaggerò presto in esclusiva mondiale.

  10. Avrei giurato che avessero fatto proprio tutto, incluse:

    Please Do Not Go

    To The Kill

    It’s Gonna Rain

    (probabilmente si tratta di una mitizzazione da parte mia)

  11. Posso fare di meglio: del concerto dei New Order nel 1981 al Rolling Stone di Milano non ricordo neanche un singolo brano (l’elenco si trova in rete, ma personalmente mi ricordo solo un gran fracasso).

  12. …oltre al fatto non trascurabile che si trattava del giugno 1982…

Sorry, the comment form is closed at this time.