Set 252008
 

Il 9 ottobre i Sonic Youth, venerandi veterani del noise nuovaiorchese, suoneranno a Milano. Sembra ieri che mi son perso quel concerto (al Cristallo, se ben ricordo, dove anni dopo i Pixies si sarebbero rifiutati di esibirsi) e invece son passati venticinque anni.

  11 Responses to “Sonic old age”

  1. Come spesso è capitato (e spero capiterà ancora) le nostre strade hanno coinciso (o sono coincise?) o si sono incrociate. Altre volte, a quanto pare, pur divergendo sono incappate in occasioni analoghe.

    Nel luglio 1998, a Collegno, dopo essermi gustato le esibizioni di My Cat Is An Alien e CSI, un nubifragio ha fatto scappare come conigli Thurston Moore e soci appena saliti sul palco. Addio concerto: destino simile, ma per motivi diversi, a XTC, Dylan e Nirvana.

  2. Questa/o/e/i My Cat Is An Alien non li/lo/le/li avevo mai sentita/o/e/i nominare.

    CSI, contrariamente ai CCCP non mi sono mai interessati minimamente (al punto da non ricordare di averne mai ascoltato una nota). E anche i CCCP (a un cui concerto a Bra assistemmo insieme da pionieri in epoca non sospetta) solo fino alle soglie del secondo album, ché tra il 1987 e il 1988 si mostravano già sottili e preoccupanti indizi della futura conversione a U del Lindo, per chi volesse percepirli. Non sto tanto parlando di politica quanto di orrori inascoltabili come “O Battagliero”.

  3. visti qualche tempo fa, quando l’adolescenza era già finita da qualche anno. sarebbe stato meglio non averli mai visti, un po’ come mi è capitato con uno stanchissimo john cale più o meno nello stesso periodo

    ad ottobre me li perderò con il sorriso sulle labbra

  4. My Cat Is An Alien erano un gruppo di Torino (thanx KRVZ) che all’epoca incideva per la stessa etichetta dei Sonic Youth. Non ho nessun ricordo del loro gig. Per “dopo essermi gustato” intendevo dire che i due gruppi spalla avevano contribuito a prepararmi al successivo evento, poi saltato. Sui CSI ho opinioni meno negative delle tue ma comunque lontane anni luce da quelle che ho in merito ai CCCP. Mitico il concerto di BRA che ebbe luogo, curiosamente, a pochi giorni di distanza da una finale dell’Eurofestival (!!!) alla quale assistemmo nella mia tavernetta ballando, tra l’altro, il pezzo vincitore. Non so se hai ricordi in merito.

  5. Uomo di poca fede, come potrei mai dimenticare una delle canzoni piú brutte di ogni tempo?

    A dire il vero ricordavo quasi esattamente il titolo, ma assolutamente non la melodia.

  6. Che flash!!! Ti sembrerà ridicolo ma mi sono quasi commosso. E’ che quel weekend, che ha avuto come apice il concerto dei CCCP al Macabre, non solo lo ricordo come uno dei più divertenti della mia vita, ma è uno dei pochi che riesca a ricostruire nella sua quasi totalità. Scherzi della memoria.

  7. A parte la fin troppo citata “Waterloo” che non era niente di che – gli Abba han cominciato a far qualcosa di interessante solo a partire da un paio d’anni dopo – l’unica canzone semidecente uscita dall’Eurofestival di cui io sia a conoscenza è la “Poupée de Cire” di France Gall e Serge Gainsbourg.

    Non so dire se il festival del 1985 si sia distinto tra gli altri per le canzoni particolarmente orrende, ma mi riesce difficile immaginare di peggio, e per qualcuno che, come me, è sbocciato all’adolescenza in anni in cui alla radio imperversavano – tra gli altri – Daniel Sentacruz (Ciro Dammicco), Drupi, Gianni Bella e Toni Cicco, questa è un’affermazione particolarmente impegnativa.

  8. Non mi ricordo… l’avevo poi fatto il post su Ciro Dammicco/Zacar/Daniel Sentacruz e Le Rose Blu/Soleado?

  9. Mi rispondo da solo…

    Tre anni fa, come vola il tempo.

  10. Dopo attento dibattito KRVZ ed io abbiamo deciso che domani ci saremo, all’Alcatraz, a vedere i SY. Se vieni anche tu ci vediamo dentro, come si diceva una volta.

  11. I commenti del blog (e i messaggi privati ancor meno) non sono il luogo migliore dove contattarmi con un preavviso di pochi giorni.

    Ad averlo letto prima, il commento, ci sarei stato sicuramente.

Sorry, the comment form is closed at this time.