Apr 042006
 

Ho sí acquistato con un certo quale ribrezzo questa traduzione parziale delle opere di Flavio Claudio Giuliano uscita – ahimé – per le Edizioni Mediterranee a cura di Claudio Mutti: mi toccherà sbianchettare scrupolosamente introduzione, commenti e note a pie’ di pagina. Il breve resto della mia vita non sarà sufficiente per espiare questa terrificante stupidaggine.

Ho però controbilanciato con il contestuale acquisto delle Memorie di Giuseppe Garibaldi pubblicate da Kaos Edizioni, in questo caso benemerite.

Avendo riempito la mia quotidiana fossa di un acconcia quantità di buone intenzioni, concludo che questa è una di quelle occasioni in cui spero ardentemente che la somma di due torti faccia una ragione, ma ho paura di no.

Nella sacrosanta lotta contro ogni superstizione io sto dalla parte di Garibaldi, bene inteso.


Aggiornamento.

Se è pur vero che il mio recente interesse per il tardo paganesimo e l’impero bizantino mi accomuna alla mistica nazista, spero che almeno si capisca che loro ci credono per davvero, mentre io no.

(…)

(…)

Ho l’irresistibile impulso di ascoltare gli Effervescent Elephant. Vado, anzi corro a suicidarmi…

Sorry, the comment form is closed at this time.