Apr 162008
 

Il saldo del “conto in banca” delle nazioni del mondo (fonte: la CIA). Non esattamente quello che gli ingenui si aspetterebbero.

Qui c’è l’analisi di uno svedese che ne discute, non so quanto abbia ragione, il tono non mi pare delirante né particolarmente cospiratorio, ma io non sono certo un economista. Non ho dubbi sull’esistenza di un’enorme bolla speculativa a crescita esponenziale basata essenzialmente sul nulla, tra fisici – e tra molti altri, immagino – se ne parlava con preoccupazione e una certa cognizione di causa già alla fine degli anni ’80, però non so esattamente stimarne l’importanza relativa ai diversi paesi.

Hat tip a Marco d’Itri.

 Posted by at 12:39  Tagged with:

Sorry, the comment form is closed at this time.