Dic 092008
 

Bencivenni "Cenne" da la Chitarra - Di Decembre (XIII secolo)

tratto dalla serie:

Risposta per contrarî ai sonetti de' mesi
di Folgóre da San Geminiano

Di decembre vi pongo in un pantano con fango, ghiaccia et ancor panni pochi, per vostro cibo fermo fave e mochi, per oste abbiate un troio maremmano; un cuoco brutto secco tristo e vano ve dia colli guascotti e quigli pochi, e qual tra voi à lumi dadi o rochi tenuto sia come tra savii un vano. Panni rotti vi do e debrilati; appresso questo, ogni omo encappegli botti de vin da montanar fallati, e chi ve mira sì se meravegli vedendovi sì brutti e rabuffati, tornando in Siena così bei fancegli.

Sottolineerei “Per oste abbiate un troio maremmano” che renderebbe meritevolissimo il componimento anche se non fosse una presa per il culo di quel guelfo pinzochero che era Folgóre.

Sorry, the comment form is closed at this time.