Dic 142008
 

Come .mau. ha rimarcato mentre invece io assistevo muto e incredulo al teatrino in corso, la recente proposta di Brunetta sull’equiparazione delle età pensionabili tra i sessi è la diretta e necessaria conseguenza di una sentenza di condanna della Corte di Giustizia Europea.

È mai possibile che a meno di tre settimane di distanza da quest’ultima notizia, che pure non è passata inosservata ed è stata ampiamente commentata, quasi nessuno se ne ricordi o ritenga opportuno ricordarsene? non Brunetta, non i suoi numerosi sostenitori né i suoi altrettanto numerosi critici, non la maggior parte dei quotidiani (tra le eccezioni, ricorda sempre .mau., La Stampa) e non, temo, la grande maggioranza dei cittadini italiani.

Abbiamo davvero una memoria cosí breve?

Sorry, the comment form is closed at this time.