Mag 042009
 

Nella foto la bassista — per pochi mesi — di un gruppo rock poi divenuto famosissimo. Come si chiama e qual era il gruppo in questione?


Aggiornamento 16/05/2009: Pat Sullivan che militò in Rick & The Ravens per qualche mese, inclusa qualche settimana dopo l’abbandono di Rick e Jim Manzarek, l’arrivo di Robbie Krieger e il cambiamento di nome a The Doors.

  18 Responses to “Chi è?”

  1. Allora, si può sapere chi è?

  2. Dovresti dirmelo tu, piuttosto.

    Nel 1997 è stato pubblicato un box set della band che contiene sei brani tratti da un demo inciso nell’agosto 1965, in cui suona la bassista in questione.

  3. non puo’ essere juiliette gayle, nei pink floyd faceva solo la corista.

    robrev

  4. Infatti non lo è.

    Da quando è stato inventato Google dare suggerimenti è diventato difficilissimo…

  5. Degna compagna di Bob Klose, chitarrista dei Pink Floyd (presente sul demo Lucy Leave/I Am A King Bee del 1965) e di Charlie Pine (tastierista degli Hüsker Dü, che non compare in alcuna registrazione).

    Siamo negli Stati Uniti, comunque.

    Ho già menzionato piú volte questa mia strana fascinazione con gli ex-membri delle band famose che hanno lasciato prima del primo disco: in questo particolare caso ad avere abbandonato furono addirittura di tre componenti, la bassista in questione che non fu sostituita e i due fratelli del tastierista.

  6. cazzarola neanche i beach boys

  7. rick and the ravens in cui nel 1964 suonarono Jim, Ray e John insieme a PATRICIA “PAT” HANSEN nata SULLIVAN che prima suonava con Patty and the Esquires.

    THE DOORS.

  8. Congratulazioni all’utente anonimo. Era poi tanto difficile?

    Si trattava di un momento di transizione e il nome The Doors non era ancora stato scelto al momento dell’incisione. Comunque la scelta definitiva del nome sembra essere stata precedente all’abbandono della Sullivan.

    Nel corso della carriera Rick & The Ravens registrarono una decina di brani e pubblicarono tre 45 (nessuno con Jim Morrison).

    Una decina d’anni dopo, a seguito del primo screzio tra Densmore e Ray Manzarek, venne la Butts Band.

  9. Conosco l’utente anonimo

  10. allora trova questo: Janet Price, fidanzata con il fondatore di un famosissimo gruppo,viveva nel 1965 con quella che divento’ moglie del primo batterista di quel gruppo, che mai incise su disco.

    robrev

  11. purtroppo c’e’ un errore, l’amica di Janet Trice era fidanzata ma non sposo’ il primo batterista di quel gruppo ma in seguito sposo’ il fratello del chitarrista.

  12. All’epoca Marty Balin era sposato con Victoria Martin, tecnicamente Janet Trice sarebbe l’amante, piuttosto che la fidanzata.

    Janet Trice aveva due coinquiline: l’inglese Jacky Watts la quale avrebbe sposato Peter Kaukonen, e Judy Barry, che avrebbe invece sposato Bill Thompson.

    Non mi risulta che nel gossip sia coinvolto Skip Spence, in effetti.

    Non mi risulta nemmeno che Jacky Watts abbia suonato in qualche gruppo, però.

  13. Naturalmente per me la vera cantante dei Jefferson Airplane è sempre rimasta Signe Toly Anderson e preferisco lievemente la versione di “Go To Her” cantata da lei a quella cantata da Grace (il resto del repertorio non permette confronti diretti).

  14. ahiahiai, jachy watts nei primi mesi del 1965 era fidanzata con jerry peloquin, LUI primo batterista dei Jefferson, che mai incise su disco. Comunque complimenti per la ricerca ma se ancora parli di Grace vengo li’.

  15. Di Peloquin, che è effettivamente citato nelle note del box set in mio possesso (“Jefferson Airplane Loves You”, che include la versione di “Go To Her” cantata da Signe) avevo dimenticato l’esistenza.

    Per quanto riguarda nonna Grace Barnett Wing già in Slick (compirà i 70 il 30 ottobre, auguri), ti invito a rimeditare attentamente questo episodio.

  16. «I liked Jerry Peloquin because he was supportive of my bass playing. He kept telling Kantner that, “Harvey keeps the beat and that is what’s important.” But we all knew his days were numbered. It was simply that he didn’t get high – period.

    It was the night that Jerry Peloquin and Paul Kantner’s mutual disdain came to a boiling point. Paul had absolutely no concern for other people’s feelings. If you did nothing to aggravate him, he ignored you. If you irritated him, he would put you down with comments that could cut to the bone. The band was having an afternoon rehearsal before the 9 oclock show. Paul didn’t like the drum part in the chorus of “Midnight Hour.” Paul stopped the song right in the middle of the chorus and said, “stop playing that lame ass polka beat –

    go back to Wisconsin with the Kilbasso Kings – that’s where you belong.”

    Jerry Peloquin was built well and weighed a good 45 lbs more than Paul Kantner, plus he had been in the Marine Corp. He jumped up from his drums and said, “Kantner, you wouldn’t know a good beat if somebody clubbed you with it,” and he punched Paul Kantner square in the mouth, Knocking him flat on his ass.”

    Paul stayed down. Jerry said, fuck all of you pretend musicians. I’ve been in jazz and rock and roll. I was making a living at it when you were still a bunch of snot nosed kids. Take this stupid shit and stick it up your ass – I’m out of here.” Jerry stomped out the door of the Matrix and we never saw him again.» Bob Harvey

  17. va bene. domani ipercoop viale sarca heineken bar ore 19.30 per aperitivo

    robrev

  18. Al solito, non c’è pericolo che io veda per tempo un messaggio importante, mentre quelli trascurabili mi capitano sotto il naso all’istante.

    Vabbe’ come d’accordo ci si sente prossimamente…

Sorry, the comment form is closed at this time.