Mag 262009
 

I Jefferson, sempre in formazione classica, al famigerato concerto di Altamont, in un momento di forma non eccelsa — anche perché, data la situazione completamente fuori controllo, sono assai probabilmente in preda al cagotto.
Piú tardi nei gravissimi scontri tra servizio d’ordine e pubblico durante la Sympathy for the Devil dei Rolling Stones ci scapperà il morto. Già qui sul finale gli Hells Angels cominciano a darsi da fare mentre Grace Slick implora “easy, easy…”. Uno dei rari momenti della carriera dei Jefferson dove il pubblico sembra piú strafatto del gruppo stesso.

  4 Responses to “Jefferson Airplane – The Other Side of This Life (Live in Altamont, 1969)”

  1. Grace e’ sempre bellissima, ma non ho ancora visto i Jefferson fatti come dici tu.

    Robrev. Aproveche.

  2. Non si nota molto la manica di botte che Balin si prende quando scende a difendere lo spettatore dal servizio d’ordine.

    Il mito narra che la dedizione dei Jefferson all’LSD raggiungesse dimensioni leggendarie, ma si tratta, per l’appunto, di mito (il mio approccio ai pettegolezzi sugli anni ’60 è non a caso di tipo epico, di fronte all’emblematicità dei personaggi e degli episodi la realtà dei fatti, per quanto sia ricostruibile, conta assai poco).

    Comunque ne sono usciti vivi e apparentemente integri (l’LSD non dà dipendenza fisica, ma gli effetti psicologici possono essere notevoli), chi è scomparso è stato colpito da accidenti scorrelati.

  3. [Uso privato del proprio blog]Questa settimana aperitivo? Ti faccio uno squillo.[/Uso privato del proprio blog]

Sorry, the comment form is closed at this time.