Apr 102012
 

Playlist breve, ma densa di ottime cose. Continuano a fiorire il Paisley Underground, e il revival del garage, cresce l’alternative rock statunitense assorbendo il meglio del punk hardcore, inclusi il secondo grande capolavoro degli Hüsker Dü e l’ultima fiammata dei Minutemen prima della prematura scomparsa di D.Boon. Esordiscono i Rites Of Spring, antesignani dell’Emocore e gli Squirrel Bait, che al momento seguono la scia degli Husker, ma saranno destinati a fondare il post-rock, con i da loro diversissimi Talk Talk. Il noise pop di J&MC ottiene la propria consacrazione con la pietra miliare Psychocandy. Si confermano in Gran Bretagna il monolitico gotico, in decisa virata verso il pop commerciale, e l’indie dalle molte facce. I venerabili Mekons azzeccano il colpo gobbo, e altrettanto fanno i loro consociati Three Johns. I Pogues fanno nascere il nuovo folk quasi dal nulla.

Link diretto alla playlist.

1985 by Philip Rembrandt on Grooveshark

Sorry, the comment form is closed at this time.