Ott 022017
 

Siccome non è che, per quanto snob, io possa voglia trascorrere tutta la vita a leggere “à la recherche du temps perdu”, “la comédie humaine”, “Война и миръ”, o “Ulysses”, ultimamente — nel senso di da un paio d’anni a questa parte — mi sono messo a leggere qualche libro di Carlton Mellick III e in genere trovo che mi diverte nonostante tutto e per quanta diffidenza e disinteresse io provi verso l’horror in generale e questo tipo di horror in particolare. Ci sono sempre le eccezioni. Al momento Warrior Wolf Women of the Wasteland è il mio preferito.

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)